ALLA MANIERA DI...

Pubblicato il da lecogiornalinoonlinewinckelmann

ALLA MANIERA DI...

Montalbano e la pallina da tennis.

Montalbano se ne stava stinnicchiato a letto a pensare. Senza manco rendersene conto, alloppiato dalla stanchezza si addormentò. L’arrisbigliò il tuppiare al citofono: un postino.

“Biih, che camurria!” Così si alzò e scinnì dopo una mezzorata fora. Taliò il ralogio e capì che era presto per andare in commissariato a travagliare.

Decise di passeggiare per la strata e così incontrò Fazio.

-“Ci sono novità?” Spiò Montalbano.

-“Si assitti, che ci sta un caso per lei”.

-“Te la stai scialando, che mai può esser successo”!?!

Fazio cominciò a raccontare.

-“È stata ammazzata la fimmina di quel tennista famoso, Marco Spa. Quello che gli manca una partita per divenire campione del mondo. Non ci sono indiziati, poiché il marito in quel momento stava giocando”.

-“Mmmh” Montalbano si susì. -“Vado in commissariato a travagliare che poi sennò si fa tardi”.

Imboccò una strata a mancina e arrivò in commissariato.

-“Commissà, commissà guardi. La fimmina è stata ammazzata in un parcheggio e la videocamera del posto ha registrato la faccia del killer”.

-“Mmmh, interessante. Fatene una copia pure a me”.

Montalbano uscì fora a fumarsi una sigaretta e il caso volette che passò dinnanzi a un’edicola, dove comprò un giornale.

Lo lesse in fretta e nelle ultime pagine c’era un articolo su un uomo che aveva preso, durante una partita,una pallina lanciata troppo lontana dal tennista De Vecchi.

-“[…] Lanciata dal detentore del record De Vecchi Alessandro […] La pallina varrà circa 12000 euro”.

In basso c’era una foto del fortunato e il commissario subito lo riconobbe.

-“Ma questo pare quello della foto”! esclamò.

Levò dalla giacca un foglio stropicciato e subito capì i fatti.

Prima di tornare a travaglio spiò al giornalaio –“Sa se il tennista Spa ultimamente sta giocando male?”

-“E me lo chiede?! Una partita per il record e l’ha persa. Sarà stato per via dell’assassinio della moglie”.

Era tutto chiaro.

Senza spiegare nulla a nessuno, Montalbano disse a Fazio di cercare l’indirizzo dell’uomo della pallina e di andare là con due pantere.

Dopo una mezzorata squillò il telefono.

-“Commissà,via delle Rore 35. La passo a prendere”?

-“Sì, Fazio vieni verso il molo, che là sto”.

La casa non era lontana e presto ci arrivarono. Quando entrarono gli occhi dell’uomo sbarracati,taliavamo i poliziotti.

Cominciò a correre per casa e tentare di uscire da una finestra. Ma il caso volle che cadde e due uomini da derrè.

Fazio spiò al commissario -“Ma cosa aveva quest’uomo contro la povera femmina”?

-“Contro lei niente,e nemmeno contro suo marito. Ma aveva fame di potere e di denare, quest’uomo. La pallina che aveva preso sarebbe (e ancora vale) 12000 euro perché stata lanciata dal detentore del record,De Vecchi. Ma poniamo che il record fosse passato a Spa,nessuno l’avrebbe comprata per più di 3000 euro.

Spa, tra fan e manager, non era mai solo. Ma la sua fimmina sì, e il killer sapeva che uccidendola Spa non avrebbe più potuto giocare bene e vincere”.

L’uomo in manette venne portato via e disse -“Dio,se era un piano ingegnoso il mio, voglio che la pallina vada a colui che è riuscito a risolverlo.” Indicando una teca.

Montalbano l’aprì,prese la palla.

-“Grazie.” E anche lui se ne andò.

 

ILARIA DE VITIS, 2ª H

Con tag Letteratura

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post